Le curiosità sulla pizza

Articolo di Esempio
13 dicembre 2017
bocconcini di bufala battipaglia
I bocconcini di bufala
11 maggio 2018
le curiosità sulla pizza

Le curiosità sulla pizza

 
La pizza che gustiamo da Franco’s è buona, gustosa e disponibile in tantissimi gusti diversi. Però ecco qualche curiosità sulla pizza, con notizie storiche, divertenti o statistiche da ogni parte del mondo.

  • Nascita di una leggenda: la pizza così come la conosciamo noi oggi nacque tanto tempo fa a Napoli. Il primo a parlarne è Alexandre Dumas padre nel testo “Corricolo”, del 1835. Mentre nel 1889 venne alla luce la prima “Margherita”. I “genitori” furono Raffaele Esposito e la moglie Rosa Brandi, titolari di una pizzeria in via Sant’Anna di Palazzo, che crearono una pizza per la Regina Margherita con pomodoro, basilico e mozzarella;
  • Pochi anni più tardi l’invenzione della Margherita, dall’altra parte del mondo, negli USA sono ancora protagonisti degli italiani. Nel 1905 Gennaro Lombardi apre la prima pizzeria a New York, riscuotendo subito un enorme successo;
  • Passano gli anni e cambiano le rivoluzioni. Quella informatica travolge il mondo intero. E anche la pizza. Verso la metà degli anni ’90 Sergey Brin ideò un servizio che dava la possibilità di ordinare la pizza via internet. Sfruttava il fax dei ristoranti ma si rivelò un fallimento totale. Pochi anni dopo lo stesso Brin inventò Google;
  • Andò meglio ad una pizzeria di Pizza Hut a Santa Cruz in Californi. Nel 1994 permise di ordinare per la prima volta via internet una pizza inaugurando il mondo degli e-commerce;
  • La pizza più cara di sempre venne pagata in bitcoin nel 2009 dal programmatore Laszlo Hanyecz. Due pizze a domicilio costarono 10.000 bitcoin, che oggi equivalgono a oltre cento milioni di euro;
  • A volte ordinare una pizza non è poi così semplice. Ne sanno qualcosa gli abitanti di varie località dell’Alaska. Una pizzeria situata nella città di Nome, la Airport Pizza, si occupava di consegnare pizze nei villaggi vicini con viaggi in aereo. Il problema è che per ottimizzare i viaggi occorrevano almeno 30 ordinazioni a 10 dollari l’una;
  • Tra le teorie ve ne è una in sociologia che è chiamata proprio “effetto pizza”. Ricorre quando un fenomeno ottiene prima successo all’estero e poi nel paese d’origine.